Ingredienti

  • 200 g di farina 0
  • 95 ml di acqua
  • 1 cucchiaio di olio di semi
  • 1 pizzico di sale

per il ripieno

  • 120 g di cavolo cappuccio
  • 100 g di carote
  • 80 g di porri
  • olio e sale

  • salsa di soia per condire

Preparazione

Riunite in una ciotola la farina 0, il sale, l’olio di semi e l’acqua, mescolate il tutto e impastate il composto ottenuto per 5 minuti su un piano di lavoro fino ad ottenere un panetto liscio e morbido (ma non appiccicoso). Avvolgetelo nella pellicola e lasciatelo riposare un’ora in frigorifero.

Lavate e pulite bene tutte le verdure, poi tagliatele a striscioline sottili lunghe 3-4 cm. In una padella scaldate l’olio e fatele cuocere insieme a un pizzico di sale e ad un goccio di acqua. Verso la fine saltate il tutto a fiamma viva per un paio di minuti, in modo che le verdure si insaporiscano ma restino croccanti.

Su un piano di lavoro leggermente infarinato stendete la pasta con un matterello fino ad ottenere una sfoglia dello spessore di 1 mm. Formate dei dischi del diametro di 8-9 cm con un coppapasta o un bicchiere.

Farcite ogni disco con un cucchiaino di ripieno di verdure, poi inumidite leggermente i bordi con un goccio di acqua e chiudeteli dando la caratteristica forma dei ravioli giapponesi, formando delle pieghe lungo uno dei due bordi e pressandole bene all’altro bordo per sigillare il raviolo. Disponete man mano i ravioli formati su un tagliere.

In una padella ampia e antiaderente scaldate un goccio di olio di semi di girasole e friggete i ravioli sulla base fino a che saranno ben dorati. Con cautela versate una tazzina da caffè di acqua calda, coprite con un coperchio, abbassate la fiamma e fate cuocere per 5 minuti. A questo punto scoperchiate, assicuratevi che tutta l’acqua sia evaporata e serviteli con la salsa di soia.